PUBBLICAZIONE DEI DATI PATRIMONIALI DEI DIRIGENTI – IL TAR LAZIO ANNULLA LA DELIBERA ANAC 586/2019

Pesante battuta di arresto della pretesa di ANAC di pubblicazione dei dati patrimoniali della dirigenza pubblica.

Con sentenza del 7 ottobre scorso che ha discusso nel merito il ricorso RG12937 il Tar Lazio ha annullato non solo i provvedimenti dell’ASL di Matera che obbligavano i dirigenti a pubblicare i dati patrimoniali ma la stessa delibera ANAC 586/2019 che tali obblighi imponevano alle amministrazioni pubbliche di esigere.

L’assunto è, come aveva già chiarito la Corte Costituzionale, che un tale obbligo non può essere imposto a quelle figure dirigenziali che non sono in consonanza politica con l’organo di vertice e che rappresentano meramente figure tecniche.

Niente obbligo per tutta la restante dirigenza, comprese le Strutture Complesse del SSN.

Nel Servizio Sanitario Nazionale – si legge nel comunicato della COSMED che ha promosso il ricorso  – solo il Direttore Generale, il Direttore Sanitario d’Azienda e il Direttore Amministrativo sono tenuti a comunicare i dati patrimoniali mentre tutti gli altri dirigenti, compresi i capi dipartimento e i direttori di struttura complessa, non sono tenuti a farlo. Nelle altre Amministrazioni solo i Dirigenti di prima fascia e quanti vengono nominati discrezionalmente dall’organo politico sono tenuti a questo adempimento.

Leggi qui la sentenza 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *