Chi Siamo

Fedirets è sindacato autonomo nonchè maggiore sindacato dell’area Funzioni locali, come si evince dalla rappresentatività del triennio 2019/2021 , dirigenza che tutela dirigenti tecnici e amministrativi della Sanità, dirigenti di Enti locali e Regioni, segretari comunali e provinciali nonché i loro quadri.

Fedirets nasce dalla fusione delle storiche sigle sindacali già rappresentative da decenni nella Sanità (con Fedir già Fedir Sanità), nelle Regioni (con Direr) e nelle Autonomie Locali (con Direl), oltre che dal Sidirss,  da una giovane componente Fedir dei segretari comunali e provinciali nonchè da Fials ADTS e CSA Dirigenti.

Questo nuovo soggetto sindacale rappresenta  tutta la dirigenza territoriale del Paese – e cioè i 2/3 dell’intera dirigenza pubblica delle funzioni tecnico amministrative –  con l’obiettivo ambizioso di prendersi carico e tutelare al meglio le necessità di una categoria unita da temi ugualmente comuni e pressanti quali lo spoil system più o meno mascherato da continue rotazioni e riorganizzazioni, da instabilità di funzioni, da continue erosioni dell’autonomia gestionale da parte della politica, da spossessamento dei più importanti incarichi da parte di dirigenti esterni dalle competenze professionali spesso tutt’altro che granitiche.

Si tratta di un percorso nato alla luce della ridefinizione – con il CCNQ 13/7/2016 –  delle Aree di contrattazione con la creazione della nuova Area Funzioni Locali, una delle quattro Aree determinata dalla contrazione dei tradizionali 11 tavoli di contrattazione.

Un segno del cambiamento dei tempi che i sindacati che hanno veramente a cuore la difficile condizione  di un management pubblico sotto costante invasione di campo da parte della politica, non potevano non cogliere e trasformare in una prospettiva di crescita e nuove opportunità di rappresentanza sindacale.

In un momento di profonde trasformazioni della Pa ma, soprattutto, in un momento in cui vari sono stati i tentativi di riformare la macchina pubblica, si sente la necessità di un sindacato di categoria forte, professionalmente qualificato, e più che mai unito nella difesa di principi comuni:

legalità e trasparenza nell’attribuzione degli incarichi, in primis dirigenziali;

vera meritocrazia nei meccanismi di selezione del personale;

effettiva  valutazione della classe dirigente, in linea con quanto chiede l’Europa;

distinzione netta fra indirizzo politico e indirizzo gestionale;

valorizzazione di corrette procedure selettive per l’ accesso ai pubblici uffici e limitazione degli esterni, nominati spesso dal politico di turno.